Ventisette Milioni di GRAZIE.

Quarto Stato con le bandiere del comitato acqua bene comunePer scrivere questo post volevo fare un conto preciso di quanti elettori fossero andati a votare, ma subito mi sono reso conto che avrei dovuto fare una media fra i quesiti, non sarei potuto essere preciso, al più pedante, inoltre a ben pensarci non voglio ringraziare tutti, alcuni proprio non lo meritano, sono quella pletora di politicanti da due soldi che sono andati a votare solo nel tentativo di cavalcare l’onda o di farsi i dispetti fra loro mentre fino a ieri volevano privatizzare l’acqua, quelli che vogliono usare il referendum contro il “Berlusconi” ma che sono l’unica ragione che gli ha permesso, fino ad ora, di stare dove sta, quelli che stanno solo pensando “e adesso come facciamo?”

No buffoni, la vittoria non è vostra, la vittoria è dei comitati, dei cittadini che ci hanno creduto per tanto tempo e che si sono battuti senza pausa, tremando nell’attesa che la cassazione si esprimesse, ancora, ed ancora ed ancora.
Quanti banchetti? Quante marce? Quanto caldo o freddo? Quanti sacrifici? Ma anche quante belle persone! Quanti sorrisi! Quanti valori, valori che nei fatti risaltano meglio che nelle parole, una rete che è cresciuta su ragazzi solidi, dalla moralità limpida, su persone che hanno traversato una vita intera e sono rimaste PULITE, per dimostrare a tutti che si PUO’, checché ne dicano i cinici.

Abbiamo vinto!Alcuni di voi li ho già ringraziati, altri li ho abbracciati, con altri combatteremo ancora ed ancora, perché non bisogna mai dimenticarsi che quelle che combattiamo sono solo battaglie di una guerra di cui non si vede la fine, per questo vanno prese solo per quello che sono, indicazioni sulla direzione da prendere, senza che mai si sia davvero vinto o perso tutto, ma certo ogni tanto ci si deve fermare per ridere o riflettere.

Un solo dato mi rattrista un po’, la bassa percentuale di “NO” sul “legittimo” impedimento, tranquilli non sono diventato improvvisamente berlusconiano, ma mi preme sottolineare che evidentemente nel quorum non rientrano elettori di Berlusconi, di cui pure il nostro paese è zeppo, vuol dire che hanno deciso di stare a casa lasciando che l’acqua venisse privatizzata, che le centrali nucleari divenissero una possibilità concreta (per ora erano solo chiacchiere) pur di salvare il loro amato leader, vuol dire che la loro alienazione è davvero completa, vuol dire che abbiamo forse perso per sempre una parte del nostro paese, che non è affatto la peggiore, solo la più manipolabile,l’abbiamo persa per colpa di una finta sinistra arrogante pronta sempre a giudicare, a guardare dall’alto in basso chi non da appoggio direttamente ad essa mentre raccoglie gli avanzi dal tavolo del sultano, e di una finta destra che ha tradito tutta se stessa pur di crapulare nel fango con un ducetto da operetta.

Dice Angelino Alfano, che nel quorum c’e’ una forza che supera di gran lunga la sinistra, ma di certo quel surplus non è fatto da elettori del PDL, come lui vorrebbe dare ad intendere, quel quorum è fatto di cittadini italiani per bene, in gran parte di sinistra, quella vera, il resto di destra, quella che non potrà mai accettare un probabile pazzo, maniaco sessuale e corrotto a palazzo Chigi, e nemmeno la privatizzazione dell’acqua, una destra che al momento, purtroppo, è fuori dal parlamento.

Ai seggi è andata l’Italia, quella che in molti credevano non esistesse più spazzata via dai reality e da anni di continui attacchi e delusioni, invece c’è ancora si è alzata e ha dato un segno chiaro di quel che vorrebbe fosse il paese nel futuro, ed è bello una volta tanto nella vita sentirsi parte di una maggioranza, e che bella maggioranza!

Mi fa anche piacere dover ringraziare gli attivisti di IDV, io ho votato 4 SI, ai primi due ho dato il mio piccolo contributo dall’inizio alla fine, gli altri due sono stati un gradito omaggio, prova che i partiti possono fare qualcosa di buono, se mai qualcuno avesse dubbi.

Tiziano De Simone.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*