Velocipede il veicolo del futuro.

Arrivo alla Crypta Neapolitana« Questa sera ci siamo recati alla grotta di Posillipo nel momento in cui il sole, tramontando, passa con i suoi raggi fino alla parte opposta. Ho perdonato  tutti quelli che perdono la testa per questa città »

 

Il 3 Giugno è stata una splendida giornata, la pista non c’è ma ci sono i ciclisti, ed i ciclisti sono persone estremamente allegre anche enza pista ciclabile. Abbiamo fatto il percorso dal pontile di Bagnoli (dal quale sarebbe dovuta partire la pista ciclabile) e ci siamo recati alla Crypta Neapolitana, li ci siamo fermati ed Osvaldo ci ha dilettato con uno dei suoi bei monologhi sulle bellezze della nostra terra e i dettagli della Crypta Neapolitana (in parte potete vedere quanto detto nel video) , mentre ero fermo li ho sognato di percorrerla in una mattinata di equinozio passando dal buio alla luce che in quei giorno inonda la Crypta, per ora questo è un sogno negato,  lo so  sono un sognatore, ma pragmatico e ieri ho avuto ampia conferma del fatto che non sono il solo e si sa quando in tanti fanno lo stesso sogno molto presto smette di essere un sogno. Per cui che dire, ci stiamo lavorando su.

Ma veniamo alla sostanza, ad oggi la pista non c’è, ed anche quella che c’e’ non promette di essere quella che vorremmo. Anche nei tratti ormai quasi realizzati gli ostacoli sul percorso sono molti, troppi. Ci sono i cavalcavia lungo viale Kennedy intorno ai quali è stato steso il nuovo asfalto, resteranno li o si intende rappezzare dopo la loro rimozione? Il percorso attuale prevede un passaggio protetto sotto la galleria Laziale, questa soluzione proprio non ci piace soprattutto in considerazione dell’alternativa che proponiamo, si potrebbe argomentare che la nostra costa di più, vero sulla carta, ma c’è da vedere quanto alla fine costerà questa via protetta e quanto e come funzionerà, mentre la Crypta sta li da un paio di millenni e l’utilità non sarebbe solo nel permettere il transito a ciclisti e pedoni ma nel riscoprire un pezzo perduto della nostra storia e della nostra identità. Quanto si è speso e quanto si spenderà per il forum delle culture? Beh, fare attraversare ai turisti che verranno la Crypta Neapolitana sarebbe un investimento culturale  di potenza devastante e destinato a guardare al futuro, senza contare quanti soldi vengono sostanzialmente buttati come quelli per le nuove strisce pedonali presentate in pompa magna da comune e Napolipark, 2,5 milioni di euro ed i risultati parlano da se.Dobbiamo avviare un discorso serio sulla mobilità sostenibile, fatto si di piste ciclabili ( ben fatte e complete) ma anche di trasporto pubblico efficiente ed intermodalità. Lavoreremo ad una serie di proposte con tutte le associazioni che da anni si battono su queste tematiche, e speriamo che come al solito la democrazia partecipata non sia intesa dalla giunta in senso puramente decupertiano.Qui, se usate facebook,  potete vedere qualche foto

Tiziano De Simone
Contattami.
Seguimi su Twitter ([email protected])

9 pensieri su “Velocipede il veicolo del futuro.”

  1. Proprio ieri ho fotografato quei cavalcavia che costituiscono un problema non banale.. andrebbero rimossi, in alternativa, come ho scritto sul mio blog ( http://www.laboratorionapoletano.com/2012/06/pista-ciclabile-napoli-con-ostacoli.html ) andava allargato di poco il marciapiede per permettere a tutti, pedoni e ciclisti, di bypassare in sicurezza la struttura.

    Sulla “vecchia grotta”… oggi ho fatto per la prima volta la galleria 4 giornate in bici.. è pesante per la salute pensare che si possa affrontare un percorso con alta densità di schifezze a pieni polmoni. Una pista ciclabile interna alla galleria ridurrebbe i rischi di incidente ma non quelli di un tumore. L’alternativa ci sarebbe? i sognatori pensano di sì… a volte meglio essere sognatori 😉

    Fabrizio

  2. Va aperta al passaggio delle bici!! La pista deve passare di lì!!!! Poche chiacchiere!

    Costerebbe anche meno rispetto a fare un percorso “chiuso” interno alla grotta 4 giornate. Meno soldi e tuteleremmo la salute, ma cosa ci vuole a fare questa scelta?

    Poi dicono che le perosne pensano male sul perché voler spendere di più. Aprite la Crypta!!!

  3. Va sottolineato che nel piano di realizzazione della pista ciclabile, questa è prevista nella galleria laziale in discesa e NOn nella galleria 4 giornate come erroneamente ho indicato… per arrivare a Fuorigrotta bisogna prendere la linea 6… quando funziona…

  4. Letto, scusa il ritardo con cui ti rispondo, ma sono presissimo in questi giorni. Comunque speriamo bene, resto della mia idea che si dovrebbe aprire la Crypta, ma comunque sia questo è un inizio, appena si accorgeranno del fatto che è assurdo passare in galleria ( Qualunque sia con percorso “chiuso” o meno) sono certo che il passo sarà breve. Una cosa bella, fa ben sperare. 🙂

  5. DM:
    “Ad esempio, la ciclabile potrebbe servire per sbloccare i 5 milioni che servono per mettere in sicurezza la Crypta Neapolitana e farvi passare il percorso per evitare la galleria delle Quattro Giornate.”

    Non so come le due cose possano essere legate, e chi dovrebbe mollare questi 5 milioni, ma almeno sappiamo quanti soldi servono. Come dicevo, non bruscolini. Al momento purtroppo non si possono neanche permettere di abbattere il sovrappasso a V. Kennedy.

  6. Almeno sono partiti i lavori in direzione galleria Quattro Giornate, anche se non ho idea delle tempistiche (e di come gestiranno il controsenso ed il cantiere che c’è all’uscita della galleria, vicino l’ostello della gioventù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*