Quattro chiacchiere al Consolato Generale di Germania: MoVimento 5 Stelle come i Verdi?

consolatogermaniasmallGiovedì 14 Marzo 2013 con un gruppeto di MoVimentisti ci siamo recati al Consolato Generale di Germania a Napoli, in Via Crispi 69. Ci siamo incontrati un po’ prima fuori ai cancelli, ed alle 11:30 siamo entrati.

Come ci è stato spiegato dal Console Generale di Germania a Napoli, Christian Much, che ci ha accolto cordialmente insieme ad una staffista nostra conterranea, il consolato occupa il secondo piano del palazzo, il primo è occupato dalla figlia di Benedetto Croce. Ci sono state mostrate le altre sale , una bella composizione architettonica che riportava un parallelo Croce-Gothe ed alcune opere che impreziosivano l’ambiente, fra le quali una una composizione metallica a soffitto delle 6 regioni di competenza del consolato (Campania, Basilicata, Calabria, Puglia, Molise e Sicilia) e delle opere frutto di materiali di riuso donate da un’ associazione di ragazzi della III Municipalità.

Il Console ci ha narrato per sommi capi la storia della rappresentanza diplomatica tedesca a Napoli partendo dall’epoca prussiana quando la rappresentanza era presso il regno dei Borbone, faccio notare che una cosa simile, ossia un riferimento ai Borbone, l’hanno fatta sia gli americani quando andammo a trovarli, sia il console Venezuelano. Credo sia una cosa sulla quale riflettere.

All’ incontro erano presenti:Paola Cappabianca,Massimo Acciaro,Fabrizio Catanzano,Carmine Fascella.Iginio Fidente,Mariano Peluso,Nando Pennone,Luigi Prozzillo ed io (Tiziano De Simone)

La premessa dell’incontro era simile a quella fatta da chi ci ha accolto al consolato statunitense, entrambi hanno detto di volerci conoscere, ma gli statunitensi un anno fa mi è parso ci conoscessero piuttosto bene, al punto da annunciarci che saremmo stati la prima forza politica in queste elezioni (vedi anche articolo del fatto quotidiano in allegato), mentre in effetti almeno all’apparenza col console tedesco siamo partiti da un po’ più lontano.

Poco male, è stata una full immersion di un paio d’ore, molto leggera e varia, di cosa abbiamo parlato? Di tutto e di niente, dai problemi che si incontrano per prendere i bambini a scuola, allo scollamento fra stato e cittadini al quale il MoVimento vuol porre rimedio, dall’ inquinamento in Campania a quello in Germania, di diversi modelli di società ed economia. Ma è stato uno sfiorarsi, sembrerà banale, ma mi è parso che il console fosse estremamente diplomatico (sic!).

Per capire ilnostro approccio ha fatto riferimento al Partito Verde Tedesco, parallelo che abbiamo smentito a causa delle differenze di periodo storico di nascita dle partito verde e delle differenze intrinseche con il MoVimento 5 stelle.

Abbiamo parlato di Europa, di quel che è, quel che dovrebbe essere e quella che vorremmo, abbiamo parlato di politica e dei limiti alla partecipazione dei cittadini, Ci sono? Secondo noi non dovrebbero esserci, ma su questo il console ha mostrato perplessità, lo abbiamo capito ed apprezzato per la franchezza.

Credo che abbiamo dato una buona visuale di quel che il MoVimento è un gruppo di cittadini che condividendo delle idee ed una visione comune cercano di migliorare le cose rinunciando a tal fine a strutture, deleghe e gerarchie, con tutti i limiti e difficoltà che questo può apparentemente comportare.

Articolo del Fatto Quotidiano del 14 Marzo 2013 che riporta ampli stralci del report sull’ incontro al consolato americano pubblicato sul blog 🙂

[ddownload id=”6101″ text=”Download” style=”button” color=”grey”]

Contattami. Seguimi su Twitter ([email protected])

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*