M5S: Replica alla nota stampa del dep. Russo alla redazione del Velino

doc icon CS-replica-Russo.docx

Foto ufficiale della Senatrice Vilma MoroneseCOMUNICATO STAMPA M5S NAPOLI

Replica alle affermazioni del deputato Paolo Russo

In merito alla replica del deputato Paolo Russo alle dichiarazioni della sen. Vilma Moronese, come MoVimento 5 Stelle Napoli Comunichiamo quanto segue:
Il dep. Russo finge di non sapere che i controlli antimafia da lui inseriti in Commissione Ambiente alla Camera con l’emendamento 2.01 nel decreto legge sulla Terra dei Fuochi sono già previsti dalle attuali normative. Infatti sia la tracciabilità dei flussi finanziari che l’istituzione delle c.d. White list previsti nell’emendamento a sua firma sono regolamentati rispettivamente con la legge 136/2010 e col d.lgs. 190/2012, promulgate proprio quando Russo era parlamentare del PDL. Riguardo ai riferimenti alla TAV e all’Expo 2015, il deputato farebbe bene ad informarsi meglio sulle indagini che la magistratura sta compiendo circa le infiltrazioni della criminalità organizzata. A puro titolo informativo, linkiamo alcuni articoli di giornale da cui può meglio informarsi:
http://goo.gl/cLfa8P
http://goo.gl/PRnnzv

Nessun chiarimento è stato fornito, nella sua nota stampa rilasciata al “Velino”, sulla norma (di fatto) copia / incollata dal decreto legge 2009 sul terremoto in Abruzzo che ha comportato gravi irregolarità negli appalti e subappalti durante la ricostruzione de L’Aquila, e nulla viene detto sulla deroga inserita nel decreto “Terra dei Fuochi” al Codice Antimafia.

Russo, infine, omette di ricordare che i parlamentari del M5S si sono rifiutati di votare gli emendamenti a firma sua e del deputato
Luigi Cesaro
per i loro passati coinvolgimenti giudiziari in inchieste sulla camorra.

MoVimento 5 Stelle Napoli

([email protected])
Contatto Twitter:@stampaM5Snapoli

doc icon CS-replica-Russo.docx

COMUNICATO STAMPA M5S NAPOLI

Replica
alle affermazioni del deputato Paolo Russo

In
merito alla
replica del deputato
Paolo
Russo

alle dichiarazioni della sen.
Vilma
Moronese,

come
MoVimento
5 Stelle Napoli

comunichiamo quanto segue:


Il dep. Russo finge di non sapere
che i controlli antimafia da lui inseriti in Commissione Ambiente
alla Camera con l’emendamento 2.01 nel decreto legge sulla Terra dei
Fuochi
sono
già previsti dalle attuali normative
.
Infatti sia la

tracciabilità

dei flussi finanziari che l’istituzione delle c.d.
White
list

previsti nell’emendamento a sua firma sono regolamentati
rispettivamente con la legge 136/2010 e col d.lgs. 190/2012,
promulgate proprio quando Russo era parlamentare del PDL.

Riguardo
ai riferimenti alla TAV e all’Expo 2015, il deputato farebbe bene ad
informarsi meglio sulle indagini che la magistratura sta compiendo
circa le infiltrazioni della criminalità organizzata. A puro titolo
informativo, linkiamo alcuni articoli di giornale da cui può meglio
informarsi:

http://goo.gl/cLfa8P
http://goo.gl/PRnnzv

Nessun
chiarimento è stato fornito, nella sua nota stampa rilasciata al
“Velino”, sulla norma (di fatto) copia / incollata dal decreto
legge 2009 sul terremoto in Abruzzo che
ha comportato gravi irregolarità
negli appalti e subappalti
durante la ricostruzione de L’Aquila, e nulla viene detto sulla
deroga inserita nel decreto “Terra dei Fuochi” al Codice
Antimafia.


Russo,
infine, omette di ricordare che i parlamentari del M5S
si
sono rifiutati di votare gli emendamenti

a firma sua e del deputato

Luigi Cesaro

per i loro passati coinvolgimenti giudiziari in inchieste sulla
camorra.


MoVimento 5 Stelle Napoli

([email protected])
Contatto Twitter:@stampaM5Snapoli



MoVimento 5 Stelle Napoli

([email protected])
Contatto Twitter:@stampaM5Snapoli

doc icon CS-replica-Russo.docx

COMUNICATO STAMPA M5S NAPOLI

Replica
alle affermazioni del deputato Paolo Russo

In
merito alla
replica del deputato
Paolo
Russo

alle dichiarazioni della sen.
Vilma
Moronese,

come
MoVimento
5 Stelle Napoli

comunichiamo quanto segue:


Il dep. Russo finge di non sapere
che i controlli antimafia da lui inseriti in Commissione Ambiente
alla Camera con l’emendamento 2.01 nel decreto legge sulla Terra dei
Fuochi
sono
già previsti dalle attuali normative
.
Infatti sia la

tracciabilità

dei flussi finanziari che l’istituzione delle c.d.
White
list

previsti nell’emendamento a sua firma sono regolamentati
rispettivamente con la legge 136/2010 e col d.lgs. 190/2012,
promulgate proprio quando Russo era parlamentare del PDL.

Riguardo
ai riferimenti alla TAV e all’Expo 2015, il deputato farebbe bene ad
informarsi meglio sulle indagini che la magistratura sta compiendo
circa le infiltrazioni della criminalità organizzata. A puro titolo
informativo, linkiamo alcuni articoli di giornale da cui può meglio
informarsi:

http://goo.gl/cLfa8P
http://goo.gl/PRnnzv

Nessun
chiarimento è stato fornito, nella sua nota stampa rilasciata al
“Velino”, sulla norma (di fatto) copia / incollata dal decreto
legge 2009 sul terremoto in Abruzzo che
ha comportato gravi irregolarità
negli appalti e subappalti
durante la ricostruzione de L’Aquila, e nulla viene detto sulla
deroga inserita nel decreto “Terra dei Fuochi” al Codice
Antimafia.


Russo,
infine, omette di ricordare che i parlamentari del M5S
si
sono rifiutati di votare gli emendamenti

a firma sua e del deputato

Luigi Cesaro

per i loro passati coinvolgimenti giudiziari in inchieste sulla
camorra.


MoVimento 5 Stelle Napoli

([email protected])
Contatto Twitter:@stampaM5Snapoli



MoVimento 5 Stelle Napoli

([email protected])
Contatto Twitter:@stampaM5Snapoli

doc icon CS-replica-Russo.docx

COMUNICATO STAMPA M5S NAPOLI

Replica
alle affermazioni del deputato Paolo Russo

In
merito alla
replica del deputato
Paolo
Russo

alle dichiarazioni della sen.
Vilma
Moronese,

come
MoVimento
5 Stelle Napoli

comunichiamo quanto segue:


Il dep. Russo finge di non sapere
che i controlli antimafia da lui inseriti in Commissione Ambiente
alla Camera con l’emendamento 2.01 nel decreto legge sulla Terra dei
Fuochi
sono
già previsti dalle attuali normative
.
Infatti sia la

tracciabilità

dei flussi finanziari che l’istituzione delle c.d.
White
list

previsti nell’emendamento a sua firma sono regolamentati
rispettivamente con la legge 136/2010 e col d.lgs. 190/2012,
promulgate proprio quando Russo era parlamentare del PDL.

Riguardo
ai riferimenti alla TAV e all’Expo 2015, il deputato farebbe bene ad
informarsi meglio sulle indagini che la magistratura sta compiendo
circa le infiltrazioni della criminalità organizzata. A puro titolo
informativo, linkiamo alcuni articoli di giornale da cui può meglio
informarsi:

http://goo.gl/cLfa8P
http://goo.gl/PRnnzv

Nessun
chiarimento è stato fornito, nella sua nota stampa rilasciata al
“Velino”, sulla norma (di fatto) copia / incollata dal decreto
legge 2009 sul terremoto in Abruzzo che
ha comportato gravi irregolarità
negli appalti e subappalti
durante la ricostruzione de L’Aquila, e nulla viene detto sulla
deroga inserita nel decreto “Terra dei Fuochi” al Codice
Antimafia.


Russo,
infine, omette di ricordare che i parlamentari del M5S
si
sono rifiutati di votare gli emendamenti

a firma sua e del deputato

Luigi Cesaro

per i loro passati coinvolgimenti giudiziari in inchieste sulla
camorra.


MoVimento 5 Stelle Napoli

([email protected])
Contatto Twitter:@stampaM5Snapoli



MoVimento 5 Stelle Napoli

([email protected])
Contatto Twitter:@stampaM5Snapoli

doc icon CS-replica-Russo.docx

COMUNICATO STAMPA M5S NAPOLI

Replica
alle affermazioni del deputato Paolo Russo

In
merito alla
replica del deputato
Paolo
Russo

alle dichiarazioni della sen.
Vilma
Moronese,

come
MoVimento
5 Stelle Napoli

comunichiamo quanto segue:


Il dep. Russo finge di non sapere
che i controlli antimafia da lui inseriti in Commissione Ambiente
alla Camera con l’emendamento 2.01 nel decreto legge sulla Terra dei
Fuochi
sono
già previsti dalle attuali normative
.
Infatti sia la

tracciabilità

dei flussi finanziari che l’istituzione delle c.d.
White
list

previsti nell’emendamento a sua firma sono regolamentati
rispettivamente con la legge 136/2010 e col d.lgs. 190/2012,
promulgate proprio quando Russo era parlamentare del PDL.

Riguardo
ai riferimenti alla TAV e all’Expo 2015, il deputato farebbe bene ad
informarsi meglio sulle indagini che la magistratura sta compiendo
circa le infiltrazioni della criminalità organizzata. A puro titolo
informativo, linkiamo alcuni articoli di giornale da cui può meglio
informarsi:

http://goo.gl/cLfa8P
http://goo.gl/PRnnzv

Nessun
chiarimento è stato fornito, nella sua nota stampa rilasciata al
“Velino”, sulla norma (di fatto) copia / incollata dal decreto
legge 2009 sul terremoto in Abruzzo che
ha comportato gravi irregolarità
negli appalti e subappalti
durante la ricostruzione de L’Aquila, e nulla viene detto sulla
deroga inserita nel decreto “Terra dei Fuochi” al Codice
Antimafia.


Russo,
infine, omette di ricordare che i parlamentari del M5S
si
sono rifiutati di votare gli emendamenti

a firma sua e del deputato

Luigi Cesaro

per i loro passati coinvolgimenti giudiziari in inchieste sulla
camorra.


MoVimento 5 Stelle Napoli

(ufficiosta[email protected])
Contatto Twitter:@stampaM5Snapoli



MoVimento 5 Stelle Napoli

([email protected])
Contatto Twitter:@stampaM5Snapoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*