“Ultras” i miei eroi, gli unici che possono salvarci.

Un uomo che rivendica la sua libertà?
Un uomo che rivendica la sua libertà?

Riposto una cosa che scrissi sul mio vecchio blog, perchè pur essendo passato qualche anno è uno scritto sempre attuale. Mi limito a qualche correzione minima.

Ieri sera (di qualche annetto fa), dopo tanto tempo mi sono ritrovato a guardare la tv, peggio, a “guardare” il calcio in tv (volere di amici). Trasmettevano Fiorentina contro Bayern, sedicesimi di coppa dei campioni, partita di andata.

 

Insomma, c’è una folla urlante che guarda gente che tira calci ad una palla di pelle di mucca (i pesci  vengono lo stesso a galla, sembrerebbe), non ci sarebbe nulla di speciale, se non fosse che ho scoperto, lì, davanti a quello spettacolo, che l’Italia è ancora piena di uomini veri, gente che affronta i problemi in modo virile, non come noi inetti che abbiamo problemi con nani e ballerine, e non riusciamo a liberarcene cosa che saprebbe fare ogni uomo di mondo, con un manrovescio.

Provate a guardare un telegiornale, guerra, morte, corruzione, fame,carestia, leggi porcata, truffa legalizzata, dittatura, asfissia,paura,morte…e cosa succede? Chi si ribella? All’atto pratico cosa facciamo? Ma soprattutto, cosa otteniamo?

Eppure se potessimo contare sugli uomini che stanno sugli stadi con le mazze o nei programmi di “approfondimento” calcistico! Io ho già un piano rivoluzionario, gli ultras sono l’esercito di liberazione, e i commentatori calcistici i nuovi giornalisti politici! Se aveste potuto sentire l’indignazione per il goal in fuori gioco del Bayern! Vi spiego: un tizio con un pantaloncino bianco stava oltre una linea immaginaria (cosa inaccettabile in un’epoca materialistica come la nostra) e, malgrado questo,gli hanno passato la palla di pelle di mucca che lui ha fatto andare dietro a una linea bianca (vera, concreta, disegnata col gesso)…una cosa inaccettabile! Dovrà scorrere il sangue!

Tipica reazione ad un gol, dichiarato fatto in fuorigioco, da parte della tifoseria che lo subisce.
Tipica reazione ad un gol, dichiarato fatto in fuorigioco, da parte della tifoseria che lo subisce. (Il combattimento davanti all’Hôtel de Ville, di Jean-Victor Schnetz)

Dovevate sentire i commentatori! Come avrebbero commentato costoro il decreto sicurezza? Oppure una delle tante “guerre di pace”? Pensate che bello sentire un giornalista dire, al riguardo, cose del tipo “E’ inconcepibile, sono cose fuori da qualsiasi regola, è inaccettabile…” non si farebbero passare la mosca al naso, avremmo  60.000 (per città) persone armate ed urlanti fuori Montecitorio anche per la più piccola stortura, voglio proprio vedere chi li caricherebbe!

Pensando a questa ipotesi io ci provo a lanciare il mio semino:

“GUARDATE CHE UN SEDICESIMO DI ANDATA DI CHAMPIONS LEAGUE NON CONTA NULLA! DELLA GENTE CHE GUADAGNA MILIONI DI EURO PER FARE I GIOCOLIERI NON MERITA PIU’ RISPETTO DI VOI CHE OGNI MATTINA DATE DA MANGIARE A UNA FAMIGLIA, SOPRATTUTTO CONSIDERATO CHE LO SPORT HA SMESSO DI ESSERE TALE DA DECENNI, CHE I CAMPIONATI SONO TRUCCATI (il bello è che su questo concorderanno tutti i tifosi…), I GIOCATORI SONO DOPATI, GLI ARBITRI SONO VENDUTI, E SOPRATTUTTO…NESSUNA PARTITA, NESSUNA, NEANCHE LA FINALE DEI MONDIALI GIOCATA A ROMA DALL’ITALIA CONTRO LA GERMANIA AVRA’ SULLE VOSTRE VITE (E DEI VOSTRI FIGLI PER DIO) NEMMENO UN DECIMO DELL’INFLUENZA DELLA PIU’ INUTILE GIORNATA PASSATA A SODOMIZZARCI DAI NOSTRI POLITICI (ITALIOTI E MONDIALI).

SVEGLIATEVI PECORE MATTE!!!

Ovviamente questa cosa chi comanda l’ha capita bene da qualche millennio, infatti l’unica politica ammessa sugli stadi è quella dell’odio, odio città contro città, o, ma solo in casi particolari, destra contro sinistra. L’importante è che si sfoghino senza fare troppi danni e senza dare fastidio, e soprattutto…

SENZA PENSARE.

Sono contro lo sport? Contro il calcio? Affatto, anzi, adoro il calcio, disprezzo QUESTO CALCIO che è la corruzione del calcio. A chi starà per scrivermi per dirmi che esiste tutto un mondo che ignoro rispondo: guarda che io non parlo di te che vedi la partita dopo il lavoro per rilassarti e provare un emozione, parlo di chi fa del calcio il motivo e l’orologio della sua esistenza, parlo a chi crede che sia giusto ricorrere addirittura alla violenza fisica per questioni legate al “gioco del calcio” e sono tanti. Se sei fra questi: vorrei davvero che mi spiegassi la tua logica, nel caso io poi ti spiego COME TI STANNO PRENDENDO PER IL CULO e come magari potresti emanciparti e restare un tifoso.

Tiziano De Simone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*