Archivi categoria: Politica

Portiamo un pezzo “d’Africa” in Europa!

Roma1-460x260Il turbocapitalismo ha bisogno di schiavi a buon mercato. Importarli non va bene, perché danno fastidio e si dovrebbero fare contratti ad hoc inaccettabili per gli schiavi e politicamente insostenibili per le nazioni che lo volessero fare. Immaginate un “contratto per extracomunitario” a 100 euro al mese per un magrebino in Germania? E poi dove dorme? Si creerebbero insostenibili aree di disagio,e ne servono tanti, troppi e le fabbriche inquinano…o la razza (cultura diranno) va difesa.(Sic!) Continua la lettura di Portiamo un pezzo “d’Africa” in Europa!

Il vostro odio per voi.

nonvotom5s
nonvotom5s

Mi hanno taggato  su un post di un gruppo che dichiara fieramente la sua avversione per i “grullini”, mi sono sentito in dovere di rispondere, al volo.

Andiamo con ordine cosa significa essere del MoVimento 5 Stelle? Facile gioco pensare che chiunque posti un commento squallido sia del M5S, 5 anni fa il M5S non esisteva, oggi all’atto pratico siamo una ristretta minoranza, parlo degli attivisti, di quelli che propongono, studiano, si incontrano, non di quelli che votano.

Continua la lettura di Il vostro odio per voi.

PRIMA GUERRA GLOBALE: ISIS, propaganda di chi?

ISIS-maglia-napoliIn questo post tratterò delle incongruenze che mi appaiono evidenti nella propaganda dell’ ISIS, lo farò con uno stile volutamente leggero ed in contrasto col tema. E’ evidente che qualcuno vuol farci paura e quindi io per prima cosa…gli rido in faccia.

Davvero la propaganda di ISIS, sicuramente di grande impatto emotivo, è anche di “qualità”? Non voglio fare uno studio di mercato, e non sono un esperto, però mi sorge qualche dubbio, e voglio condividerlo con voi.

Continua la lettura di PRIMA GUERRA GLOBALE: ISIS, propaganda di chi?

“Plis com tu itali,Rome & you?”

Rome&YouPrendo una breve pausa dalla questione ISIS, anzi Prima Guerra Globale, per trattare un tema che è più importante, e non mi riferisco alla “Barcaccia” in se ma ad un discorso molto più generale.

Le opere d’arte raccontano la storia dei popoli, le loro glorie, le loro cadute. I monumenti stanno li, fermi, apparentemente immutati per giorni, mesi, anni, secoli e non si perdono un secondo. Hanno visto puttanieri diventare papi, criminali diventare capi di stato e re trascinati nel fango, hanno rappresentato la ricchezza, e spesso sono stati figli della miseria, ma hanno sempre accolto nello stesso identico modo tutti imperatori e mendicanti; in questo i monumenti sono una forma altissima e lungimirante di redistribuzione della ricchezza e creazione di benessere.

Continua la lettura di “Plis com tu itali,Rome & you?”